07 luglio 2007

Getaway

Un anno di matrimonio...come festeggiare?
Chiediamo consigli ad alcuni italiani emigrati da più tempo e tutti concordano: "Dovete andare a farvi un mini-week end al Sycamore Spring Resort", un resort un paio d'ore a nord di qui che ha vasche termali sulla terrazza di ogni stanza, oltre che una piscina, un centro benessere e un buon ristorante. Non ce lo siamo fatti ripetere due volte. L'unica notte libera era quella di venerdì e così abbiamo anticipato i festeggiamenti.

Il posto in effetti è carino anche se non merita una sosta più lunga (visto che sorge, come molte cose qui, nel mezzo di niente). Le hot tub termali sono piuttosto cool. Non solo ce n'è sulla terrazza di ogni stanza, ma ce ne sono sono molte disseminate nella pineta.

La cena non è stata all'altezza delle aspettative (ma temiamo che l'aver subito, per un po' l'influenza culinaria del Gio, ci abbia decisamente rovinato), il servizio scadente, le porzioni un po' misere (cosa che qui non accade di frequente), il cibo non particolarmente buono, il tutto overpriced...per fortuna l'ottima compagnia ha salvato la serata!

Questa mattina ci siamo svegliati (con molta calma) e abbiamo deciso di andare fare un brunch. Dopo aver scartato il paesino Avila Beach, vista la vicinanza di un impianto nucleare (il che spiegava anche le indicazioni che vedete fotografate lasciate nella camera d'albergo, pensavamo all'inizio che fosse un eccesso di zelo), e l'aspetto non troppo invitante, abbiamo ripiegato per San Luis Obispo.

Altro che ripiego, il brunch è stato molto buono e downtown molto carino, pieno di negozi particolari e un Apple Store in cui abbiamo anche potuto toccare con mano un iPhone, il telefonino della Apple per cui l'America (sembra) andare pazza. L'unica caduta di stile: la presenza del Bubble Gum Alley,
un vicolo in cui, dal 1950, la gente appiccica la Gum appena masticata: non è un bello spettacolo e l'odore è nauseabondo, ma è uno dei simboli della città...noi non abbiamo contribuito.

Il rientro a Santa Barbara è stato accompagnato dalla sempre bellissima vista della costa. Insomma 24 splendide ore di getaway (e domani, magari, si festeggia di nuovo!).

5 commenti:

  1. wow ke skifo kuel vicolo!! e magari la citta ne va fiera come attrazione turistika ??!!

    RispondiElimina
  2. Anonimo00:35

    TANTI AUGURI!!!!!

    Un bacione a voi e un bubble per il turismo!

    B.

    RispondiElimina
  3. sara03:45

    davvero nauseabonda la storia delle gomme appiccicate al muro....e inquietanti le istruzioni da seguire in caso di incidente nucleare...mi sembra ovvio che non si abbia dimestichezza con quel tipo di incidenti!!

    RispondiElimina
  4. Oh-my-god! Il vicolo è agghiacciante

    RispondiElimina
  5. Anonimo02:52

    Prima di tutto un augurio particolare per gli sposi.
    Poi volevo ricordare che anche noi italiani abbiamo almeno un muro ricoperto di gomme: se si va a Verona a vedere il balcone di Giulietta, si passa davanti a una "schifezza" simile a quella del vicolo americano. Di chi sarà stata la prima Gum appiccicata? e le altre?...

    RispondiElimina