09 giugno 2008

il girone della morte

Le differenze tra guardare gli europei qui e in Italia:

  1. Dimenticatevi le "notte magiche": qui le partite iniziano tra le 9 e le 11 di mattina, voi vi siete svegliati da troppo poco per sentire l'atmosfera e fuori gli uccellini fischiettano al sole nascente. Passatemi il caffé!

  2. I commentatori hanno un pesantissimo accento british, ne deduco, chiaro segnale di competenza calcistica. A parte questo, li contraddistingue la completa mancaza di rispetto per le squadre in gioco. Per dire: erano tutti stupiti che Austria didn't embarass themselves. O, quando un olandese ha sparato la palla in tribuna è partito il seguente siparietto: "E questo passaggio per chi era? Mmmh, per il tizio nella fila 7. Hey, passala indietro" (e giù risate). Ridateci la Gialappa's.

  3. L'intervallo di metà tempo è affidato alla strana coppia: lui è un tizio irlandese, almeno 60 anni d'età, accento ancora più pesante, e incerti meriti sportivi; lei deve essere una nazionale americana. Lui s'è studiato il nome di tutti i giocatori (anche quelli romeni), lei si augura, in nome dello spettacolo, che i portieri facciano tante papere. No comment.

  4. Il nostro girone è di continuo soprannominato il "girone della morte", ma dopo aver visto la prima giornata è evidente che ci deve essere un errore: è il girone dei morti. Braccia rubate all'agricoltura. Tutti.

  5. Gli olandesi, anche dopo 45 minuti a fare le barricate in difese e spazzare in tribuna (vedi sopra), sono quelli "che non sanno difendere il risultato e cercano sempre il gol e noi li amiamo per questo". I nostri, anche dopo 85 minuti di desolante nulla e sotto di 3 gol, sono "i campioni del mondo da cui ti puoi aspettare di tutto".



Forza asuri! Alè.

5 commenti:

  1. fabio23:36

    Se vuoi la Gialappa's commenta in streaming su radio 2. A differenza dei mondiali hanno mantenuto la trasmissione via internet, oppure si sono attrezzati per servire solo gli utenti italiani.
    Immagino che le voci ti arriverebbero un minuto dopo le immagini ma puoi comunque seguire i commenti sulle altre partite dove magari non ti interessa vedere le azioni.

    RispondiElimina
  2. Debacle completa!

    Per l'occasione della partita ho riesumato la "Bandiera Vittoriosa", quella riposta con cura nel cassetto buono di casa, quella che ci ha accompagnato durante i mondiali del 2006... tutto inutile.

    Adesso la scaramanzia ci obbligherà a cambiare assetto e non vedere più partite le partite bevento birra tedesca, con 6 amici, sul televisore di casa, con il tappeto girato e mettendo a letto presto i bimbi.... bisogna cambiare qualcosa, c'è qualcosa che porta male, magari c'è da fare cambiamenti anche in campo :-)

    Waiting for Alex.

    Amarezza, profonda amarezza!

    RispondiElimina
  3. lo streaming audio di radio rai fa pena nei momento di picco! purtroppo pensavo di godermi la gialappa anche dagli states :(

    RispondiElimina
  4. @fabio: grazie della dritta. Sperimenterò

    @bicio: Alex in nazionale fa Godot di cognome. Wait, wait :-)

    RispondiElimina
  5. Poi c'è sto fatto del gol in fuorigggioco, vabbene che poi ne abbiam presi altri due ma insomma, essere trattati da pesciai proprio dalla Uefa, voglio dire, uno è sdraiato *fuori* dal campo e si contorce, direi che non partecipa troppo all'azione. Pensare che perfino la telecronaca francese fosse scandalizzata dalla decisione, fa riflettere (loro in genere quando uno spara con il fucile a pompa su un nostro attaccante portandogli via la metà destra del corpo, si chiedono se non sia per caso simulazione).

    RispondiElimina