21 gennaio 2008

Caldo e Freddo

Se non avesse vinto la pigrizia e avessi scritto ieri questo post, il titolo sarebbe stato solo "caldo", e il tema una sfacciata celebrazione della settimana di gennaio piu` calda che abbia mai passato. Avrei aggiunto due foto (che blogger al momento non mi lascia caricare), una del pranzo in spiaggia in pataloni corti di sabato e l'altra del bagno nella hot tub di domenica sera.

Invece ho aspettato fino ad oggi, e si è messo a piovere, e Mastella farà cadere il governo, e domani si ritorna a lavorare (oggi era il Martin Luther King's day-vacanza)...e la voglia di celebrare la sunny California mi è passata.
In compenso ho provato a fare dei biscotti, tipo cantucci ma più morbidi, seguendo una ricetta della mammma di Marco, e spero che domani mattina siano ancora soffici e addolciscano il nostro risveglio.

5 commenti:

  1. Anonimo01:54

    se poi aggiungiamo la crisi economica imminente e la minaccia di recessione ... credo che questa sera dovrò aprire un Barolo per risollevarmi il morale
    :-)

    B.

    RispondiElimina
  2. Per fortuna abbiamo ancora il Moscato Giallo trentino da scolarci questa sera con i suddetti biscotti!

    RispondiElimina
  3. sara07:58

    ....e tra un po' forse riceverete una raccomandata contenente dei documenti speciali molto profumati...;-)

    RispondiElimina
  4. dai commenti trovo una conferma: l'aspetto culinario riesce ad unire tutti ed a risollevare il morale...Quindi brindiamo e "dolcifichiamoci" il palato.

    RispondiElimina